Racconti su due ruote: il Passo Pradarena

Il “mio” Pradarena

Eccolo il mio Pradarena: sole, nuvole scure e vento!
Pradarena

Una strada che ti schiaffeggia con le sue pendenze a doppia cifra, i suoi drittoni e, poi, i tornanti in mezzo al bosco. Cinque chilometri in totale, e tre davvero “scomodi”, che non danno respiro.
Il “piccolo Fedaia” l’ho ribattezzato, per me una sorta di “palestra” pre – randonnee: gambe, testa e bici. Se reggono qui si può partire più o meno tranquilli…

Il Pradarena da il meglio di sé nelle giornate “atlantiche”, con il tempo che muta ad ogni momento.
Mostra tutto il suo carattere ruvido e iroso, ad ogni pedalata lo senti digrignare i denti!
Non è una semplice salita impegnativa, di quelle dove i pensieri si annullano nello sforzo e nella fatica della pedalata.
E’ infido il Pradarena, chiama a raccolta i tuoi demoni e le tue paure: “ecco i tuoi compagni di viaggio!” così ti sussurra all’orecchio.
E’ un carico pesante da portare…continuare o scendere a valle? Ancora uno sforzo, un tornante, sono fuori dal bosco, un colpo di vento e il sole illumina di nuovo le montagne e la strada:

Pradarena

verso il Passo Pradarena

L’ira è passata, la strada per la vetta si fa più dolce e accogliente, pure i demoni e le paure si quietano.
E sul passo l’immagine più bella: gli appennini e le Apuane che si guardano negli occhi!

Pradarena

le Apuane sullo sfondo

Pradarena

Alpi Apuane

Un pensiero corre veloce, il mare non è lontano…

Pradarena

Finalmente in vetta!

oggi no, giro la bici e riprendo la via di casa, porto con me questo angolo di appennino

Pradarena

Appennino Reggiano

e vedo già le Dolomiti!
“Montagne care, voi non mi mentite –
non mi mandate via, né mai fuggite
Emily Dickinson

Note informative: a questo link l’intero giro percorso nella giornata di ieri domenica 2 luglio Passo Pradarena e ritorno Il Passo Pradarena è un valico che pone in comunicazione le provincie di Reggio Emilia e di Lucca, è posto nel Parco Nazionale dell’Appennino Tosco – Emiliano. A questo link potete trovare notizie e informazioni su questa parte di appennino Parco dell’Appennino Tosco – Emiliano

Perché le Dolomiti? Semplice perché il prossimo fine settimane si terrà la Randolomitics che si svilupperà su 435 km 13.800 D+ e 18 passi dolomitici…solo dei matti possono pensare di partecipare: eccomi!

Pradarena

Randolomitics

http://www.dolomitics.it/ 

Written, edited and posted by Cinzia Vecchi “Cinziainbici”

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*