Pensieri su due ruote: pedalare in inverno

Perché ti piace pedalare in inverno?

Per sentire il sapore del freddo; per il gusto affumicato della nebbia (mica per nulla la chiamano “fumana”);

pedalare

per la neve che si scioglie in mille rivoli d’acqua, a invadere la strada e le gocce, sollevate dalle ruote di chi ti precede, a bagnarti il viso (puoi tentare di schivarle ma qualcuna arriva sempre!);

pedalare

per i muscoli che bruciano in salita e le gambe che paiono scoppiare; per il sole che inganna, ti fa assaggiare la primavera e, poi, scompare per giorni interi;

pedalare

per l’aria gelida che ti infiamma il volto e ti fa lacrimare gli occhi…e son lacrime di gioia!
Però, pensa che delicata la bici in inverno, puoi piangere senza fartene accorgere…che son tutti lì, felici di pedalare, ma a te prende un colpo di malinconia e allora puoi lasciare andare le lacrime a fiumi…per poi ricominciare a ridere più di prima!
pedalare

È bello pedalare in inverno!

Written, edited and posted by Cinzia Vecchi “Cinziainbici”

Print Friendly, PDF & Email

5 Replies to “Pensieri su due ruote: pedalare in inverno”

  1. commento 1 : pensavo fossero i miei occhiali scadenti, comprati 5€ da Decathlon, a farmi lacrimare gli occhi;
    comento 2 :Forse tutto accade perché quell’aria gelida che infiamma il volto e il silenzio della campagna innevata, a volte raccontano delle antiche storie, e qualcuno è più attento di altri ad ascoltarle.

  2. Sono un insegnante di scienze motorie in pensione da settembre:Ho passato una vita a scuola e allenando sul campo a spiegare che lo sport fatto di muscoli non è niente; quando le parole esprimono sensazioni, il cervello si riempie di ossigeno e il cuore di emozioni, allora ha un senso. Autorizzami a citare qualche brano del tuo blog su gruppo della SNS. Scusami se mi permetto. Ho scritto qui perché non ho capito come commentare gli articoli passati. Ti dirò qualcosa sulla pioggia se ne avrò la possibilità- Brava. Saluti

    • Sì sì puoi tranquillamente citare brani del blog, tutti quelli che vuoi. I commenti sugli articoli passati sono chiusi, devo modificare le impostazioni del blog, domani provvedo. E grazie ancora per i tuoi preziosi commenti, ne attendo altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*