Camminare e pedalare

Camminare o pedalare: quando una strada e un luogo chiamano si va, non importa se a piedi o in bicicletta.

Quando strade e luoghi chiamano è tempo di andare. E’ inutile resistere, porsi delle domande, ragionare. Si va e basta!
Sono ricordi, memorie o solo, semplicemente, lo stare bene in quel luogo che chiamano.
Denzano e San Luca, pedalare e camminare, due modi di vivere i luoghi, diversi ma, tra loro, “fratelli”. Entrambi gesto atletico e anima.

camminare

sole e nebbia

Denzano

Denzano, piccolo borgo sulle colline modenesi, una strada in salita percorsa decine di volte, poco traffico, qualche ciclista e camminatore.
Non mi ero ma fermata a visitare il borgo; ieri la bicicletta si è “ribellata” e ha deviato dal percorso portandomi entro il paese: una torre trecentesca a testimonianza di un castello che fu e la Chiesa di Santa Maria che conserva i segni della sua origine romanica.

camminare

Denzano: torre trecentesca

camminare

Denzano: Chiesa di Santa Maria

camminare

Denzano

Questo borgo è un gioiello nascosto allo sguardo, quasi a volersi sottrarre alle occhiate distratte e mostrarsi unicamente a chi si concede il tempo di una sosta.
E chissà quanti pellegrini e viandanti, transitando sulla Via Romea – Nonantolana, hanno sostato qui!
Cammino e bici si incontrano, condividendo tratti strada.

camminare

Via Romea – Nonantolana

E comunque, quando transitate da qui, provate a rallentare la pedalata e a respirare quella “brezza di serenità” che spira a queste latitudini: basta poco perché la vita mostri un sorriso.

San Luca

San Luca: oggi si cammina.
Sì perché i piedi hanno bisogno di assaggiare la terra, il suolo, di misurarsi con una dimensione più lenta. Fa bene mutare movimenti e prospettiva.
Ancora una volta cammino e pedale si incontrano: siamo sulla antica Via degli Dei che conduce a Firenze.
Il Porticato di San Luca, perfezione armoniosa, teoria di archi  che conducono al Colle della Guardia, un paradigma del cammino – pellegrinaggio.

camminare

Il Porticato di San Luca

La Croce posta al termine del porticato, invisibile alla partenza, si mostra nell’ultimo tratto. Irraggiungibile, a prima vista, ma, poi, più grande e più vicina, sino a toccarla.

camminare

il Porticato di San Luca: sulla cima si intravede la Croce

L’incontro tra il divino e l’umano, per chi crede, dopo un percorso di meditazione e penitenza.
E per chi non crede (come me) è un andare incontro all'”anima mundi”, a cercare e muovere il buono e il positivo che sta e promana da questi luoghi (un po’ di animismo lo trovi pure negli atei e agnostici…)

A me piace, come oggi, camminare in compagnia di Amici (la “A” maiuscola è voluta), quelli con cui non c’è bisogno di troppe parole.
Ognuno di noi, credente o ateo, ha salito quei gradini, è entrato nella Basilica e ha lasciato un segno “comunitario”: per sé stesso e per chi non ha potuto salire sin lassù.
E’ questa la dimensione del cammino che mi piace: un “pezzo” per sé stessi e un “pezzo” in comune per chi non ha potuto condividerlo con noi.
San Luca è questo, chiama tutti, credenti o atei, e quando chiama si va!

camminare

Basilica di San Luca – Bologna

camminare

Basilica di San Luca

Ci si vede sulle strade del mondo, in bici o a piedi.

A questo link potete trovare alcune informazioni sul borgo di Denzano
A questo link il percorso in bicicletta da Sassuolo per Denzano e ritorno Marano Denzano Ospitaletto
A questo link il “cammino” a  San Luca

written, posted and edited by Cinzia Vecchi Cinziainbici

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

2 Replies to “Camminare e pedalare”

  1. Anche io son salito spesso da quel porticato però a San luca ci son arrivato anche con la Bici.